Corso OSS – operatore socio sanitario:

Il costante aumento dell’età media delle persone in Italia e in tutta Europa fa sì che la figura professionale dell’Operatore Socio-Sanitario sia oggigiorno una delle più richieste dal mondo del lavoro. In Veneto la formazione di questa figura professionale è regolamentata dalla L.R. n. 20 del 16 agosto 2001.

Fondazione Cavanis è un Istituto riconosciuto dalla Regione Veneto e abilitato alla erogazione del corso che ha una durata massima di 18 mesi, per un numero di ore pari a 1000 di cui 480 teoriche e 520 di tirocinio.
La frequenza alle attività formative è obbligatoria.

Possono partecipare tutti coloro che hanno assolto al diritto e dovere all’istruzione e alla formazione oppure maggiorenni in possesso del diploma di scuola secondaria di primo grado (licenza media).

L’ammissione al corso avverrà previo superamento di una prova selettiva mediante test scritto ed un colloquio. Le modalità per la gestione delle procedure di selezione dei candidati e i relativi criteri sono definite dalla Regione, come pure le modalità e l’intensità degli aiuti eventualmente disponibili.

 

Per maggiori informazioni non esitate a contattare la Fondazione Cavanis:
tel. 041 40 09 22
e-mail: info@cavanischioggia.it

Abilitazione Professionale alle attività di Acconciatore o di Estetista

Per ottenere l’abilitazione alle professioni di acconciatore o di estetista è necessario aver conseguito la relativa Qualifica. Il corso che Fondazione Cavanis vi propone è autorizzato e riconosciuto dalla Regione Veneto e vi accompagnerà al conseguimento della abilitazione alla professione di acconciatore (disciplinata dalla L.R. 28/2009 attuativa della L. 174/2005 ) o di estetista (disciplinata dalla L. 1/1990 e dalla L.R. 29/1991). Il conseguimento dell’abilitazione è in ogni caso condizionato dal superamento di un esame finale tecnico-pratico.

Il corso si sviluppa in 900 ore totali di cui 300 in aula e 600 in stage.

È possibile iscriversi all’esame di abilitazione pur non avendo frequentato il corso. In tal caso debbono essere soddisfatti alcuni requisiti legati all’esperienza lavorativa. Contattate la Fondazione Cavanis se desiderate ottenere maggiori informazioni in merito.

ABILITAZIONE PROFESSIONALE ESERCENTE L’ATTIVITA’ DI TATUAGGIO E PIERCING:

l corso riconosciuto dalla Regione del Veneto, è rivolto a coloro che desiderano aprire uno studio in cui effettuare tatuaggi e piercing o svolgere questa professione presso strutture professionali o altri centri dedicati alla realizzazione di trucchi permanenti o semi-permanenti come previsto dagli specifici regolamenti comunicali per la disciplina delle attività di tatuaggi e piercing.

Il percorso formativo, della durata di 90 ore, permetterà di approfondire gli aspetti igienico sanitari del settore, le basi della semeiotica specifica, le tecniche di disinfezione, la preparazione di un campo sterile ed il suo mantenimento, la conoscenza della cute e delle mucose. Tutti aspetti che aiuteranno a prevenire i principali rischi per la salute connessi all’attività di tatuaggio e piercing.

Al termine del corso di 90 ore è previsto un esame di abilitazione a cui potranno accedere gli allievi che abbiano raggiunto almeno il 90% di frequenza sul totale monte ore.

Per quanti sono in possesso di qualifica professionale di estetista è previsto un credito formativo di massimo 20 ore corrispondente al modulo 1. Per la verifica del credito è necessario fare richiesta con congruo anticipo, rispetto all’avvio del corso, essendo necessaria autorizzazione regionale.

Requisiti di accesso al corso:

  • Compimento del diciottesimo anno di età
  • Conseguimento di un diploma di istruzione secondaria di 2° grado, oppure una qualifica professionale almeno triennale
Thanks!

PRIME DISPOSIZIONI PER IL RIENTRO A SCUOLA

Cari studenti e studentesse Cavanis e cari Genitori,

fra pochi giorni la scuola riaprirà dopo un lunghissimo periodo di chiusura. Tutti, professori e non, sono molto contenti di potervi rivedere e di poter riprendere la scuola con qualche parvenza di normalità.

Naturalmente sapete tutti che a causa delle misure di sicurezza che il Governo giustamente impone alle scuole, dovremo sacrificare un po’ della nostra libertà personale al bene della nostra piccola comunità scolastica, adottando e rispettando le nuove regole che vi saranno comunicate con dettaglio all’avvio delle lezioni, il 14 settembre. Alcune di queste regole, le più importanti, le possiamo tuttavia già elencare e dovranno essere rispettate con particolare impegno e senza deroghe, in quanto comportano delle responsabilità oggettive di tipo sanitario. Non si tratta semplicemente di essere disciplinati e ordinati ma soprattutto di essere responsabili verso noi stessi e verso gli altri. Le prime regole da rispettare sono dunque le seguenti:

  1. a casa gli studenti dovranno misurare la febbre. Potranno venire a scuola solo con una temperatura inferiore ai 37,5°. La scuola si riserva la facoltà di misurare a sua discrezione la temperatura agli studenti
  2. si dovrà entrare a scuola negli orari stabiliti, uno alla volta, lentamente senza correre o spintonarsi
  3. all’ingresso, indossare la mascherina
  4. per raggiungere le aule, seguire i percorsi indicati
  5. ad ogni classe sarà attribuita un’aula che rimarrà tale per tutto l’anno
  6. a ciascun alunno sarà attribuito un banco che rimarrà tale per tutto l’anno
  7. all’ingresso dell’aula gli studenti dovranno igienizzare le mani
  8. una volta seduti al proprio posto gli studenti potranno togliere la mascherina che tuttavia dovranno indossare ogni qual volta si dovessero alzare e spostare. Quando seduti i banchi non dovranno essere spostati e gli alunni dovranno rispettare le distanze di sicurezza
  9. si potrà andare al bagno uno alla volta, senza deroghe, naturalmente indossando la mascherina
  10. gli intervalli saranno organizzati in quattro turni di tre classi ciascuno. L’accesso alle macchine distributrici avverrà in maniera ordinata, indossando la mascherina e rispettando i distanziamenti
  11. ogni studente è tenuto a dotarsi delle proprie mascherine che dovranno essere di tipo chirurgico
  12. i genitori dovranno garantire la reperibilità telefonica in ogni istante
  13. altre informazioni saranno fornite all’avvio delle lezioni.

Sarà davvero una grande sfida quella che dovremo sostenere nei prossimi mesi, ma siamo certi che tutti voi, studenti Cavanis, darete una grande prova di maturità, come avete già fatto in occasione della Formazione A Distanza (FAD), degli esami di qualifica e in molte altre occasioni. Anche i genitori saranno tenuti a fare la loro parte perché questa ripartenza non sia poi così difficile come tutti ci aspettiamo che sia.

Vi ringraziamo fin d’ora per la collaborazione e vi aspettiamo lunedì 14 settembre alle 7:55 per l’avvio delle lezioni.

Il preside, Vincenzo Giannotti